L Auto Expert 2

Home » Attualità

Pubblicato il 07 giugno 2018, alle 0:30

Pesca: nuovo regolamento regionale. Online i prontuari

Un prontuario per ogni bacino.


LARIO-CERESIO – Il prossimo 18 giugno entrerà in vigore il nuovo Regolamento regionale della pesca. Per facilitarne la comprensione, Regione Lombardia ha redatto un prontuario per ogni bacino che indica puntualmente cosa, come e quando pescare.

Le novità e i regolamenti di bacino. Il nuovo Regolamento, approvato nel gennaio 2018, ridisegna il territorio regionale in ambiti idrobiologici omogenei, denominati “bacini di pesca”, e stabilisce nuove modalità esecutive di pesca, sia professionale che sportiva, in tutta la Lombardia.
Tra i cambiamenti si evidenziano le limitazioni all’uso delle reti da pesca nei laghi e il numero chiuso dei pescatori professionali che possono esercitare per ogni lago.
I vari regolamenti di bacino, che entreranno in vigore il 18 giugno, sono stati elaborati dalla Direzione Agricoltura, insieme agli Uffici territoriali, confrontandosi con le consulte provinciali.
I prontuari sono consultabili e scaricabili nella sezione della Direzione generale Agricoltura sul sito www.regione.lombardia.it.

Cambiano le regole. «Quello dei pescatori è un universo molto complesso, costituito in Lombardia da più di 75mila dilettanti e 240 professionisti – spiega l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia -. Quando si cambiano le regole, è necessario che tutti siano informati in maniera chiara e precisa. Ringrazio le associazioni di pesca dilettantistica e professionale, le rappresentanze ambientali e gli esperti ittici nominati nelle consulte per il loro lavoro e il tempo dedicato alla stesura dei regolamenti».

I 14 bacini. Il nuovo Regolamento regionale della pesca stabilisce che i bacini in Lombardia sono 14 e ognuno ha un fiume o un lago come cuore dell’area omogenea. Ecco quali sono: 1. Oltrepò Pavese; 2. Asta del fiume Po; 3. Ticino Terdoppio Sesia Agogna; 4. Lambro Olona; 5. Verbano Ceresio e Lario; 6. Adda sub-lacuale; 7. Valle Brembana; 8. Valle Seriana; 9. Oglio; 10. Valle Camonica; 11. Valle Trompia Valle Sabbia e Benaco; 12. Mincio; 13. Provincia di Sondrio; 14. Sebino.

Gestione in concessione. «Stabilite e semplificate le regole di pesca per ogni bacino, il prossimo traguardo sarà avere una gestione efficace nei controlli, rapida nell’attuazione degli interventi ittiogenici e volano di turismo e di occupazione locale – ha concluso il responsabile regionale dell’Agricoltura -. Nei prossimi mesi porterò all’attenzione della Giunta le Linee guida per la gestione dei bacini di pesca e valuteremo le candidature ai fini della gestione in concessione della pesca dilettantistica».

 

 

Questo articolo è stato letto 635 volte.

Commenta


RUBRICHE
Turismo: 39 milioni di presenze in Lombardia. Seconda regione per spesa stranieri a tavola

Turismo: 39 milioni di presenze in Lombardia. Seconda regione per spesa stranieri a tavola

Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39% dovute agli italiani e il 61% agli stranieri. E proprio sul fronte del turismo internazionale, la Lombardia è la seconda regione in Italia per la spesa media che ogni giorno i viaggiatori stranieri ...

continua

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua