Alcuni pensano che la scelta del materasso non riguardi la propria salute, ma non è così: infatti, problemi come il mal di schiena possono dipendere anche dal tipo di materasso su cui si dorme, e se non si riesce a riposare il giusto numero di ore per notte, può subentrare lo stress. Ma come scegliere il materasso giusto? Quante tipologie esistono? E i costi?

Come scegliere il materasso giusto?

Anche se non sembra, scegliere il materasso giusto può essere complicato. Il modo migliore per sceglierlo è tenere conto delle proprie caratteristiche fisiche, come il peso e conformazione della schiena o degli addominali, senza dimenticare il modo in cui dorme.

Ci sono, poi, da verificare il modo in cui è fatto il materasso, non solo per il materiale e per la sua rigidità. Si consiglia, soprattutto, di sceglierne uno abbastanza rigido, in modo da fornire sostegno, ma senza che sia troppo scomodo. Sarebbe utile anche provarlo, prima di acquistarlo, sedendosi e sdraiandosi su di esso una decina di minuti, se ci si reca direttamente al negozio per provarlo.

Un modo per verificare se è quello giusto è questo: sdraiandosi sulla schiena, sul materasso, si fa passare una mano tra la zona lombare e il materasso. Se c’è troppo spazio, significa che il materasso è troppo rigido per il proprio fisico, ma se la mano non passa o si hanno delle difficoltà nel farlo passare, vuole dire che è troppo morbido e il corpo sprofonda, in maniera esagerata.

I tipi di materasso e il loro prezzo

In commercio si possono distinguere quattro tipi di materassi, ovvero:

  • a molle tradizionali, i più “artigianali”, e realizzati in cotone o lana, elastico ed ottimo per supportare la superficie del letto. Può costare tra i quattrocento e i seicento euro;
  • a molle indipendenti, che dispone dalle ottocento alle tremila molle, più traspirante e dotato di una superficie alveolare, capace di attenuare anche fino all’80 % delle vibrazioni e del peso di una o due persone sdraiate, ed il cui prezzo si può aggirare tra i cinquecento e gli ottocento euro;
  • in memory Foam, compatto, esteticamente gradevole e capace di conferire un senso di “avvolgimento” durante il sonno, capace così di conciliarlo. Il prezzo può essere anche di trecento o quattrocento euro, ma a seconda del brand questo costo può salire a più di mille euro;
  • in lattice, al 100 % naturale, questi materassi sono dotati di grande traspirazione e comfort, rispetto agli altri, capace di supportare più peso. Il suo costo può partire da un minimo di cento ad un massimo di cinquecento euro.

C’è poi, da aggiungere a questo elenco, il materasso ortopedico, rigido e duro, studiato apposta per contrastare i problemi alla schiena. Nell’acquisto di questo materasso, sicuramente è bene chiedere consigli al proprio medico, per scegliere quello giusto. Il costo varia a seconda delle caratteristiche specifiche, ma parte sempre dai cento euro in su, ma se tale materasso è prescritto tramite certificato medico, si può anche detrarre la spesa.

Di Claudia