Cultura ed Eventi

Kamasutra: che cos’è di preciso?

Molti hanno sentito parlare del Kamasutra, e tutti sanno che è un manuale che comprende le più diverse posizioni da fare durante l’atto sessuale. Ma qual’è la sua origine? Di che cosa tratta, di preciso?

Il testo

Il Kamasutra, o meglio Kama Sutra, è un antico testo indiano, che risale al VI secolo, che tratta del comportamento sessuale umano. Esso è suddiviso in sette libri, per un totale di trentasei capitoli, in cui si riportano (nel seguente ordine) delle osservazioni generali sugli uomini e sulle donne, l’unione sessuale, il corteggiamento e il matrimonio, le mogli, le cortigiane ed i metodi per sedurli.

E’ nel secondo libro, dedicato al sesso e alle unioni sessuali, che vengono riportate le ben note posizioni, ma esse rappresentano solo una parte del testo. Lo scopo del libro, è quello di perseguire una realizzazione di sé in modo armonico, non solo tramite il piacere sessuale, ma anche raggiungendo un benessere economico, liberandosi del mondo materiale ed avere più coscienza di sé. Si deve tenere presente che il godimento sessuale, nella concezione indiana, non è un peccato ma, al contrario, è uno dei quattro scopi della vita, nonché un’unione divina.

L’autore di questo testo, fu Vatsyayana, un antico filoso indiano, che sembra fosse vissuto tra il I e il VI secolo. Di lui non si sa molto, ma pare che abbia fondato un nuovo culto.

Altre curiosità

Oggi, il Kamasutra è citato in vari libri, film, serie televisive, etc, ma ci sono cose che di sicuro si ignorano di questo libri. Ad esempio, che esso non è solo quello che oggi si può definire un “manuale d’amore”, ma è anche un testo etico e religioso, che ricopre un ruolo importante nella cultura indiana. I suoi argomenti non si limitano solo all’arte erotiche, ma anche al canto, alla danza, alla musica, all’arte di prepare letti, profumi e balsami, al combattimento di galli, ai metodi per addestrare uccelli, al conoscere le lingue e comporre vari poemi. A differenze dei Tantra, la lettura di questo testo non richiede la guida di un guru.

Un’altra cosa che s’ignora è che era, all’epoca, uno dei pochi testi accessibili alle donne. Infatti, nell’antichità le donne non venivano istruite sui testi come questo, ma eccezionalmente, le future spose lo potevano studiare prima del matrimonio.

In questo testo vengono descritti quattro tipi di amore, ovvero:  l’amore frutto della consuetudine, l’amore nato dalla fede, l’amore come frutto della fantasia e l’amore generato dalla percezioni oggetti esterni. Sempre nel testo, sono indicate anche le donne che un uomo dovrebbe evitare, come le pazze, le lebbrose, le donne troppo bianche o nere, o che parlano pubblicamente del loro desiderio sessuale, etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *