Turismo

Forma le Cascate Vittoria: ecco cosa sapere sul fiume Zambesi

Le Cascate Vittoria, situate in Africa centrale, sono la meta di molto turisti, ma non tutti si soffermano sul fiume che le forma, ovvero lo Zambesi. Dove nasce? Quali stati dell’Africa attraversa? Come raggiungere le Cascate Vittoria?

Lo Zambesi

Il fiume Zambesi sorge a nord dello Zambia, in un’area paludosa, ed è il quarto fiume più lungo dell’Africa, lungo 2574 chilometri, ed oltre al paese in cui nasce ne attraversa altri cinque, ovvero Angola, Namibia, Botswana, Zimbabwe e Mozambico. Esso si distingue in Zambesi superiore, medio e inferiore, a seconda del livello in cui si trova e gli stati che attraversa. Alla fine, sfocia nell’Oceano Indiano.

Questo fiume ospita molte specie di animali, come varani, coccodrilli, ippopotami, aironi, aquile pescatrici africane e pellicani. Lungo le sue coste, la vegetazione boscosa attira anche altri animali, come bufali, elefanti, zebre e giraffe. Molte sono anche le specie di pesci, come il pesce gatto, il pesce tigre o lo squalo dello Zambesi.

Economicamente, questo fiume è importante che rende fertili delle terre circostanti alla sua valle, favorendo così l’agricoltura. Essendo spesso interrotto da ripide, non è adatto da attraversare in barca e per tutto il suo corso ci sono solo cinque fiumi. Tuttavia, sono state costruite due grandi dighe, per distribuire meglio il suo corso, ed una di esse fu costruita nel 1973.

Cosa vedere presso le Cascate Vittoria e come raggiungerle

Le Cascate Vittoria si trovano a circa metà del fiume Zambesi, e si forma quando le sue acque raggiungono il bordo di un altopiano e precipitano per 108 metri su un fronte di oltre un chilometro e mezzo. Secondo le credenze locali, se si viene bagnati dalle sue acque, si può essere benedetti dal dio del fiume Nyami Nyami, che favorisce i rapporti tra due amanti, e molte donne indigene vi si recano per pregare il dio.

Le acque di questa cascata formano anche degli splendidi arcobaleni, visibili anche durante la notte. Non meno suggestivo è l’ambiente circostante, dove poter ammirare degli uccelli con un caleidoscopio. Non bisogna dimenticare che le cascate fanno parte di due parchi nazionali e quindi non manca l’occasione di fare delle gite safari. Suggestiva e romantica, adatta a una coppia, è un’escursione in barca sul bordo della cascata, alla Livingstone Island, che prende il nome dall’esploratore scozzese che la scoprì, ed è adatta per chi può vale fare una gita.

I mesi migliori per visitarle, sono quelli estivi, periodo in cui lo spettacolo offerte dalle cascate è all’apice della sua bellezza. I più temerari, possono anche scegliere di provare il bungee jumping nella gola sottostante della cascata, dove va a formarsi il vapore. Si può arrivare alla cascate arrivando a una città dell’Africa più vicine, e da lì prendere treni o autobus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *