Salute

Orecchie tappate rimedi della nonna: quali sono i migliori?

Il problema delle orecchie tappate, può avere diverse cause, e in molti casi possono bastare dei rimedi semplici e naturali per curare il problema, ma in altri casi è necessario rivolgersi al medico. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

Le cause

Il problema delle orecchie tappate, può insorgere per diverse cause. Il più comune è l’accumulo di cerume, che si può evitare pulendo regolarmente le proprie orecchie. Tra le altre cause, si possono includere:

  • l’acqua nelle orecchie, che si può verificare dopo una nuotata o una doccia, e può provocare otiti, soprattutto se si praticano anche dei tuffi;
  • dei rumori forti e prolungati, capaci di causare la temporanea perdita dell’udito;
  • il cambio di altitudine o di pressione, se si viaggia in aereo oppure ci si reca in alta montagna;
  • l’accumulo di catarro nelle Tube di Eustachio, provocato un’influenza, e che può provocare infiammazioni o infezioni batteriche. Oltre ad avere le orecchie tappate, queste ultime possono risultare doloranti, e chi ne è affetto può avvertire fischi, ronzii e vertigini;
  • otite, un’infiammazione dell’orecchio, che può verificarsi dopo un raffreddore e un influenza, e si accumula del muco, come avviene per l’accumulo di catarro nelle Tube di Eustachio;
  • l’otosclerosi, la crescita anomala di una protuberanza di osso, nell’orecchio esterno, che può provocare un’emorragia o un infezione, ed anch’essa è frequente nei nuotatori;
  • la gravidanza, a causa dei cambiamenti ormonali, e nelle donne si può verificare al mattino;
  • altre patologie, come un tumore alla faringe o la sindrome di Meniere.

I rimedi naturali

Il rimedio da scegliere per le orecchie tappete dipende, principalmente, dalle cause, ed è ovvio che per delle patologie specifiche bisogna consultare il medico, che potrebbe optare per un trattamento con dei farmaci.

Se, tuttavia, il problema non è ancora degenerato in un’infezione, si possono provare dei rimedi naturali, come:

  • l’olio di oliva, di cui inserire qualche goccia usando, per l’appunto, un contagocce, per sciogliere il cerume nelle orecchie, possibile causa delle orecchie tappate;
  • l’acqua e l’aceto, sempre per l’accumulo di cerume, mescolate insieme, ed anch’esse inserite nell’orecchio con un contagocce, tenendo la testa piegata da un lato per cinque minuti, inserendo poi un batuffolo di cotone prima di ritornare in posizione verticale;
  • delle inalazioni, con acqua calda, alla quale si aggiungono delle erbe balsamiche o qualche goccia di olio essenziale, per decongestionare le orecchie e le vie respiratorie, per curare raffreddori o influenze;
  • drenaggi con una soluzione salina, che puliscono le narici dal muco e quindi può anche stappare le orecchie, come le inalazioni;
  • applicare un panno caldo sulle orecchie, anch’esso capace di sciogliere il cerume;
  • creare l’effetto sottovuoto, se la causa delle orecchie tappate è l’acqua, inserendo il dito indice nelle orecchie, inclinando la testa per far uscire l’acqua;
  • usare il getto d’aria del phon, a una certa distanza, facendo in modo che l’aria non sia eccessivamente calda, ed anch’essa può asciugare l’acqua entrata nelle orecchie;
  • soffiarsi il naso o sbadigliare, se la causa è il cambiamento di pressione;
  • masticare una gomma, il cui movimento può aiutare ad aprire le tube di Eustachio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *