Salute

Ileopsoas: che muscolo è? Dove si trova? Su cosa influisce?

Il muscolo ileopsoas è situato nella regione lomboiliaca ed in quella anteriore della coscia, e permette all’anca di flettersi. Ma com’è fatto? Ci sono degli esercizi da eseguire per evitare infiammazioni all’anca e alla schiena?

Le sue caratteristiche

Questo muscolo, allungato e spesso, è suddiviso per due porzioni ben distinte:

  • il muscolo grande psoas, fusiforme, con arcate fibrose che uniscono le prime quattro vertebre lombari e l’ultima al torace;

  • il muscolo iliaco, che inizia nella fossa iliaca e nell’ala dell’osso sacro, ha una forma a ventaglio.

Per le sue caratteristiche, il muscolo ileopsoas flette la coscia e il tronco, e quando si è affetti da malattie addominali, ad esempio l’appendicite, il muscolo grande psoas fa movimenti involontari. Se vi è un ematoma, in questo muscolo può coagularsi del sangue o verificarsi infezioni ai dischi intervetebrali e alle ossa.

Una lesione a questo muscolo, dovuto spesso a un’attività sportiva, comporta una significativa limitazione funzionale. Per trattarla, a seconda della sua entità, bisogna interrompere gli esercizi fisici per non meno di tre mesi, seguendo una terapia che prevede la somministrazione di alcuni farmaci, massaggi, laserterapia, alcuni esercizi di stretching.

Alcuni esercizi per questo muscolo

Per evitare infiammazioni e lesioni a questo muscolo, nonché dolori alla schiena e all’anca, ci sono diversi tipi di esercizi da eseguire, per tenere in allenamento i muscoli che lo formano.

Tra questi esercizi vi sono:

  • flessioni con le gambe e la colonna, le prime come se si volesse portare le ginocchia al petto e i secondo sporgendo la colonna in avanti;

  • portare il bacino in avanti, per aumentare la normale curvatura;

  • allungamenti per le gambe, di vario genere.

Questi esercizi, si possono abbinare anche a dei massaggi, che sia infiammato oppure no, che oltre ad allontare il dolore, possono ridurre l’ansia e lo stress, altra causa di dolore e infiammazioni, non solo ai muscoli.

Sono vari i tipi di infiammazioni che possono colpire questa zona del corpo. Una delle più note è la sindrome da sovraccarico del muscolo, che può verificarsi dopo un allenamento di forza, che comporta flessioni con le ginocchia, oppure corse sulla sabbia o sulla neve, o di altro genere (da quelle nel calcio alla corsa a ostacoli).

Nel caso che si verificasse, è necessario tenere al caldo la parte lesa ed andare al pronto soccorso. Il medico, poi, prescriverà degli antinfiammatori e un allenamento specifico, con una somministrazione di corticosteroidi ogni una o due settimane. Ovviamente, si devono evitare attività faticose in questo lasso di tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *