Tecnologia

Fotogrammetria, sempre più utilizzati i droni per i rilievi aerei

I servizi effettuati dai droni negli ultimi anni sono stati in grado di ritagliarsi una posizione importante all’interno del mercato internazionale, assicurando prestazioni innovative, accurate e di qualità.

Per questo questi dispositivi sono sempre più utilizzati in ambito professionale, in cui la richiesta risulta particolarmente in crescita soprattutto per quanto riguarda la fotogrammetria.

Il rilievo fotogrammetrico, infatti, è indispensabile per ottenere in numerosi contesti misurazioni accurate. Indubbiamente, l’impiego di droni ha velocizzato e sta velocizzando molto la gestione di queste misurazioni, che fino a pochi anni fa risultavano molto più complesse e laboriose, quando affidate ad altri dispositivi.

Ovviamente, per usufruire di un servizio il più possibile accurato e di qualità è importante affidarsi a realtà esperte del settore autorizzate dall’ENAC, come per esempio Overfly.me, che mette a disposizione dei propri clienti non soltanto rilievi fotogrammetrici eseguiti con droni ma anche riprese aeree, ispezioni e rilievi termografici.

I vantaggi dell’utilizzo dei droni nei rilievi fotogrammetrici

Impiegare un drone per la fotogrammetria non offre soltanto dei vantaggi in termini di velocità d’esecuzione di un rilievo, per quanto questi siano comunque presenti e molto importanti.

Grazie all’utilizzo di questi dispositivi i miglioramenti sono molteplici e comportano innanzitutto una maggiore accuratezza nei rilievi, che di conseguenza consente di effettuare lavori di precisione sempre più accurati.

Al tempo stesso, si ha la possibilità di disporre di mappature, modelli in 3D e immagini geospaziali, determinanti in molti ambiti professionali.

Inoltre, grazie a questi dispositivi è possibile anche tenere sotto controllo alcune aree soggette a problematiche ambientali, come ad esempio i fiumi o altri luoghi difficili da raggiungere.

Risultati così importanti vengono ottenuti collocando una fotocamera adatta e dalla giusta risoluzione sul drone. Un dispositivo professionale, dunque, che si occuperà di riprendere e fotografare le zone sorvolate dal drone.

Ovviamente, per beneficiare di servizi di livello è necessario affidarsi a professionisti in grado di offrire dispositivi sicuri e certificati, che garantiscano il rispetto delle normative del Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto.

Non è quindi difficile capire perché per i droni gli esperti del settore prevedano un’ampia crescita commerciale anche nei prossimi anni: il loro utilizzo potrà facilitare ulteriormente lo svolgimento di moltissimi lavori, un tempo molto più complessi da svolgere.

Fotogrammetria: servizio più accessibile grazie ai droni

I droni hanno anche il grande merito di permettere di effettuare a costi molto più contenuti rilievi che in passato richiedevano investimenti importanti, con il ricorso all’uso di velivoli con pilota.

Il drone ha quindi reso accessibile questa comodissima tecnica di rilievo anche a piccole aziende e privati. Il funzionamento di questi dispositivi è tarato in modo da farli volare su rotte precedentemente pianificate ed è abbinato a scatti fotografici continui e di altissima qualità.

Viaggiando poi ad altitudini relativamente basse, questi strumenti possono essere gestiti in modo rapido dal personale adeguatamente qualificato e in possesso dei titoli necessari. Una volta completato il lavoro aereo del drone, gli scatti continui realizzati vengono sovrapposti attraverso degli appositi software. In questo modo, è molto facile ricreare una riproduzione fedele dell’area sorvolata dal drone.

La programmabilità dell’area di volo, inoltre, consente di evitare errori nelle riprese, in quanto una guida manuale non offrirebbe la certezza di aver coperto interamente la zona da fotografare. Per questa ragione i rilievi aerei vengono affidati a droni progettati con funzione di navigazione a waypoint, ovvero pianificabile ed effettuabile senza pilota.