Turismo

Le mete migliori della Sicilia orientale

Se stiamo pensando ad un itinerario di viaggio che ci consenta di associare cultura, arte e paesaggi naturali bellissimi, accompagnati da una cucina prelibata, allora una visita nella Sicilia orientale potrebbe fare al caso nostro.

Le spiagge bianche e l’acqua cristalline, gli anfiteatri greci e romani, le viuzze dei centri storici del paese e la cucina insuperabile a base di pesce ci attendono in questa zona ricca di attrazioni. Quali sono le principali?

Il connubio perfetto tra storia e bellezza

Partiamo da Taormina. Questa città collinare non è molto grande, ma vi assicuriamo che metterà a dura prova la memoria della vostra macchinetta fotografica.

Il corso è animato da artisti di strada e da musicisti che si esibiscono nell’esecuzione di brani popolari siciliani. Le pasticcerie ed i tanti ristoranti tipici, con le loro bontà renderanno il nostro soggiorno ancora più piacevole.

L’anfiteatro greco-romano è una delle attrazioni principali della città. Con una vista spettacolare sulla costa, va a ricreare un’atmosfera magica da sogno. E’ ancora in funzione. Se ne abbiamo la possibilità, sfruttiamo l’occasione di assistere ad uno spettacolo al suo interno.

Sulla costa di fronte a Taormina si può ammirare Isola Bella, un isolotto protetto come riserva naturale attorniato da acqua cristallina.

Non lontano da Taormina possiamo visitare le gole di Alcantara. Questa meta è sicuramente consigliata per gli amanti dei paesaggi naturali. Si tratta infatti un canyon scavato nella roccia lavica da un ruscello. Le gole assumono pertanto delle forme  molto particolari.

Possiamo effettuare un’escursione di gruppo nella quale verremo dotati di muta, caschetto protettivo e giubbino gonfiabile, per poi risalire le gole con altri “esploratori”, accompagnati da una guida. Per ritornare a valle, non dovremo far altro che lasciarci accompagnare placidamente dalle acque del ruscello.

Acireale è una meravigliosa città barocca conservata nelle vicinanze di Catania. E’ famosa per il suo carnevale, caratterizzato da un folclore che lo rende uno dei più rinomati di Sicilia.

Catania e Siracusa: il trionfo del barocco

Catania è una delle maggiori città della regione. Il Duomo di Sant’Agata, con la sua facciata barocca e la sua imponenza testimonia il rispetto e l’attaccamento dei catanesi nei confronti della santa patrona della città.

In Piazza Duomo troveremo ad accoglierci l’elefantino simbolo della città. Una passeggiata nel centro storico, classificato come sito patrimonio dell’Unesco, ci lascerà a bocca aperta per le architetture maestose in stile barocco.

Una visita la merita sicuramente il mercato nominato la pescheria. Un trionfo di colori e di vitalità, tutto da fotografare. Non trattandosi di un mercato turistico, ma essendo frequentato dai locali, ci permetterà di apprezzare uno scorcio reale di quotidianità locale.

Siracusa è l’altra città storica per eccellenza. L’isola di Ortigia è la parte più antica ed è situata di fronte alla parte costiera.

Molto caratteristiche le Latomie, delle cave naturali in pietra che venivano utilizzate come celle. Molto celebre l’Orecchio di Dioniso, una grotta naturale che, grazie alla sua forma che favorisce un’acustica eccezionale, veniva utilizzata dal Tiranno per ascoltare i discorsi dei suoi prigionieri.

Per raggiungere una qualsiasi di queste splendide località dall’aeroporto di Catania, possiamo usufruire del trasferimento in maxitaxi. Visita https://www.taxicataniaairport.com/ per trovare la soluzione più comoda per te.