Economia

Come attirare clienti con il marketing per gli studi legali

Il marketing studio legale consiste in un insieme di attività che hanno come obiettivo principale il consentire allo studio legale di un avvocato di aumentare e fidelizzare i propri clienti. È possibile definire le attività di marketing in tre fasi distinte: marketing analitico, marketing strategico e marketing operativo.

Oggi molte operazioni di marketing, incluse quelle che riguardano il marketing per gli studi legali, si svolgono sul web. Infatti, sono sempre di più le persone che quando hanno bisogno di informazioni e suggerimenti si rivolgono alla rete. Questo è vero anche per quanto riguarda la ricerca di informazioni sugli studi legali, ed è per questo motivo che sono già molti gli avvocati ad avere un proprio sito web e pagine social con l’intenzione di farsi conoscere ulteriormente.

Per informazioni su come migliorare e promuovere uno studio legale attraverso il marketing, si consiglia di proseguire nella lettura di questo articolo.

Marketing analitico

Il marketing analitico serve ad avere un quadro chiaro sul proprio mercato di riferimento. Si rivela molto utile per capire, tra le altre cose, alcune caratteristiche dei clienti attuali e potenziali, come si muove la concorrenza, e qual è il prezzo più adatto da applicare. Si utilizza anche nel caso del marketing per uno studio legale.

In particolare, l’analisi dei dati fatta in questa fase permette di:

  • Analizzare il target di riferimento, ovvero le caratteristiche dei clienti, attuali e potenziali.
  • Analizzare la concorrenza, per prendere spunto dal modo in cui operano i competitor.
  • Analizzare il servizio da vendere, per capire il modo migliore in cui migliorarlo e promuoverlo anche valutando la soddisfazione degli attuali clienti.
  • Analizzare le performance, per valutare la situazione iniziale dello studio legale e stabilire (nella fase del marketing strategico) determinati obiettivi da raggiungere.

Marketing strategico

Al termine dell’analisi dei dati, si procede con il marketing strategico. Consiste nell’utilizzare i dati ricavati dalle ricerche effettuate per capire come fare per migliorare le performance e la qualità del servizio offerto, e i modi in cui conviene promuovere lo studio legale e l’avvocato.

Se ad esempio dalle analisi emerge che alcuni clienti sono insoddisfatti per un determinato aspetto e soddisfatti per altre peculiarità, si stabilisce in che modo colmare le lacune, e come comunicare (online e con gli strumenti più tradizionali) le caratteristiche dello studio legale mettendo in risalto gli aspetti positivi.

Marketing operativo

Nel marketing operativo per lo studio legale si mettono in opera le varie decisioni prese nella fase precedente, quella strategica, a sua volta condizionata dalla fase analitica.

Il marketing operativo riguarda soprattutto il così detto marketing mix, cioè la combinazione di alcuni fattori importanti da considerare come:

  • Il servizio offerto: in questo caso il servizio è l’assistenza legale. Una volta analizzato il livello di soddisfazione del cliente nella fase precedente, nella fase strategica viene appurato quali sono le cose che dovrebbero essere perfezionate. E quindi, nella fase operativa occorre attivarsi per migliorarle, ed eventualmente inserire dei servizi aggiuntivi che potrebbero rendere il cliente più contento, sempre in base alle considerazioni fatte nelle fasi precedenti.
  • Il prezzo: ovvero quanto devono spendere i clienti che si rivolgono allo studio legale. Grazie alla fase analitica è possibile capire come la concorrenza si muova in fatto di prezzi, per cui nella fase strategica si può decidere quale prezzo proporre, attualizzandolo nella fase operativa. Se conveniente, il prezzo potrebbe attirare molti clienti. Tuttavia, un costo eccessivamente basso potrebbe dare alle persone l’impressione che il servizio sia di scarsa qualità.
  • La distribuzione: il termine “distribuzione” in genere fa riferimento a quelle aziende che vendono dei prodotti materiali da distribuire, ma in un certo senso è applicabile anche al settore dei servizi, ovvero ai beni intangibili. Ad esempio, se nella fase di analisi ci si rende conto che buona parte dei clienti dello studio legale proviene da luoghi distanti, è possibile creare degli sportelli settimanali da aprire in altre città rispetto a quella in cui si trova lo studio, per facilitare il contatto anche con potenziali clienti che hanno difficoltà a raggiungerlo a causa della eccessiva distanza. Tuttavia, prima di fare ciò, bisogna capire se è possibile farlo (e conveniente dal punto di vista economico), nella fase del marketing strategico.
  • La promozione: promuovere e pubblicizzare lo studio legale. Promozione e pubblicità devono essere sempre in linea sia con il target di clienti di riferimento, e sia con il budget definito nella fase del marketing strategico. In genere si stila un piano di comunicazione nella fase strategica, che prevede di pubblicizzare e promuovere lo studio legale in vari modi nella fase operativa. Per esempio:
    • Aprendo un sito web per lo studio legale.
    • Creando e gestendo pagine dedicate allo studio legale su Facebook, Instagram ed eventuali altri social.
    • Avviando una campagna di e-mail marketing, scrivendo messaggi di posta elettronica ai clienti attuali e potenziali a scopo informativo e promozionale.
    • Realizzando o partecipando a eventi promozionali.
    • Facendosi pubblicità nelle tv e radio locali, sui giornali o anche su internet.
    • Regalando gadget ai clienti che abbiano un effetto “promemoria”, con l’obiettivo di fidelizzarli.

Tutte le varie attività riguardanti le tre diverse fasi del marketing per lo studio legale sono piuttosto complesse, e in genere per affrontarle ci si rivolge a degli specialisti. Ad esempio PromozioneAvvocato.it è specializzato nel legal marketing, ovvero il marketing per la promozione online degli avvocati e dei rispettivi studi legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *