I nostri amici a quattro zampe hanno diritto ad avere uno spazio tutto loro, che sia confortevole e rispetti i loro bisogni. Diventa quindi indispensabile costruire un box per cani con un recinto se il cane vive all’esterno e un recinto esterno o interno per i cani che dormono in casa. Questa esigenza sorge quando la recinzione del proprio giardino è inesistente o inadeguata per il cane oppure quando si ha la necessità di farlo stare buono mentre si svolgono altre attività che non permettono la sua momentanea presenza. A chi rivolgersi per la costruzione di un recinto per cani? In realtà a nessuno, con questa piccola guida e un po’ di sano fai da te, si potrà costruire un bel recinto in totale autonomia e su misura per il proprio amico peloso.

In buona sostanza esistono due tipi di recinto: quello da esterno, che spesso include la cuccia e quello da interno. Di seguito dei buoni consigli per costruire un recinto fai da te.

Costruire un recinto cani da esterno

Per realizzare il recinto per cani da esterno sarà necessario anzitutto procurarsi il giusto materiale e molto dipende dall’ampiezza che vogliamo dare al nostro amico a quattro zampe. Si suggerisce infatti di non scendere al di sotto dei 9mq, come prevede la normativa, ma molto dipende anche dalla taglia del cane e dallo spazio a disposizione.

Per un box standard il materiale utile è il seguente:

  • 8 paletti in ferro;
  • rete in metallo;
  • cerniere e un chiavistello;
  • 1 porta;
  • cemento pronto;
  • filo di ferro o fascette;
  • cuccia per cani e ombreggiante.

Anzitutto si dovrà decidere dove ancorare il recinto. Si consiglia di scegliere un posto del giardino al riparo dalle intemperie. Deciso il punto, si scaveranno le otto buche dove piazzare i paletti di cui quattro disegneranno il perimetro e altri quattro faranno da rinforzo al centro della luce tra un palo e l’altro. Fatti i buchi si fissano i paletti al terreno ancorandoli al meglio e cementare le buche; a questo punto, si srotola la rete metallica, che deve essere ben tesa, ancorandola ai paletti con i fili di ferro o con le fascette facendo attenzione che non si creino degli spuntoni che possano far male al cane (qui info su: rete per recinzione h 150 prezzo). Uno spazio tra due paletti, invece, si lascerà vuoto per montare la porta. Per rendere più solido il box e per evitare che il cane scavi e sollevi la base, si dovrà passare il cemento lungo il perimetro del recinto. Ultimato il perimetro, bisognerà fissare la porta con le cerniere ai cardini e installare il chiavistello per aprire e chiudere la porta. Il recinto è ora concluso, basterà posizionare all’interno la sua cuccia.

Per migliorare il comfort del recinto e rendere piacevole il soggiorno del cane, si consiglia di installare un ombreggiante. Si possono adottare diverse soluzioni e molto dipende da dove è installato il recinto. Se ci fosse una zona d’ombra già garantita potrebbe essere inutile mettere altro, al contrario si possono acquistare delle reti ombreggianti da fissare tra la cuccia e il perimetro semplicemente utilizzando chiodi, fili di ferro o fascette. In alternativa, si possono comprare le lamiere tegolate rigide da fissare allo stesso modo.

Costruire un recinto per cani fai da te non è complicato, basterà seguire questi consigli e aguzzare l’ingegno. Per rendere lo spazio piacevole e fruibile per il nostro amico a quattro zampe, basta mettere le sue ciotole per acqua e cibo e i suoi giochini.

Costruire un recinto per cani da interno

A volte serve avere un piccolo recinto in casa dove far stare il nostro cagnolino mentre si svolgono altre attività. Per i recinti interni per cani spesso è necessario che il perimetro non sia fisso in un punto dell’abitazione ma movibile a seconda delle esigenze. Questo significa che non si fisserà il box al muro ma si dovrà solo costruirne il perimetro. Come sempre, la dimensione dipende dalla taglia del cane e dallo spazio a disposizione. In questo caso le soluzioni potrebbero essere molteplici a seconda anche della propria manualità.

Il modo più semplice è acquistare dei pannelli di metallo o plastica resistente e rigida che si possono fissare tra loro con delle cerniere e dargli la forma desiderata (quadrata o esagonale ad esempio): questo renderà il box richiudibile e trasportabile. Non è indispensabile creare una porta in quanto il cane può essere preso dalla parte alta del box, soprattutto se si tratta di cani di piccola taglia. Se, invece si volesse creare un accesso, basterà mettere dei legacci o dei fil di ferro ad uno dei pannelli. Qualora il cane fosse di taglia grande o particolarmente esuberante, si possono rinforzare i pannelli applicando anche con un semplice mille chiodi delle assi in metallo o in legno.

All’interno del box bisognerà sempre mettere il suo tappeto morbido, i giochi e le sue ciotole in modo da dare tutto il comfort necessario al benessere del cane. In nessun caso all’interno dei recinti si potrà legare il cane con corde o catene. Il recinto serve infatti ad evitare queste opzioni inutili in casa. Il cane vivrà con serenità la situazione momentanea senza alcuno stress. Si sottolinea, infatti, che questi spazi sono angoli dove il cane soggiorna per brevi periodi per far sì che possa stare in sicurezza in un momento in cui la sua famiglia è impegnata in altre faccende.

Di Claudio