L\\\'Auto Expert

Home » Attualità

Pubblicato il 07 luglio 2018, alle 5:34

Dolce e Gabbana a Tremezzina: tra le modelle anche Eva Herzigova e Naomi Campbell

Applausi spontanei dalla piccola folla lungo la strada per i due stilisti.


Tremezzina sfilata Dolce Gabbana Campbell 1 ed

Naomi Campbell a Tremezzina (Foto Denti)

TREMEZZINA – Bellezza ed eleganza sono andate in scena ieri sera – 6 luglio – a Tremezzina con l’evento di Alta Moda griffato Dolce & Gabbana, in programma al Parco ‘Teresio Olivelli’ di Tremezzo. Tra le numerose modelle internazionali, hanno sfilato lungo i viali del parco anche Eva Herzigova e Naomi Campbell.

Tra Como, Bellagio e Tremezzina. Dopo la crociera di giovedì sera a bordo dello storico piroscafo Concordia, dedicata all’Alta Gioielleria, e la cena in piazza a S. Giovanni di Bellagio sotto migliaia di luci colorate e accompagnata dalla musica dell’Orchestra Casadei e di Giusy Ferreri, lo spettacolo venerdì si è spostato a Tremezzina, dove, già dal primo pomeriggio, sono arrivate le modelle che hanno fatto base a Villa Mainona, occupandone i locali interni e il giardino, presto raggiunte da Domenico Dolce e dall’attesissima Naomi Campbell, accolta da fotografi e da qualche incredulo turista. Soltanto un piccolo capannello di curiosi, infatti, è rimasto per tutto il pomeriggio a presidiare l’area antistante Villa Mainoni nella speranza di vedere qualcuna delle modelle finalmente abbigliata, truccata e pettinata.

Il pubblico del lago. Per quasi tutto il giorno la Statale ‘Regina’, nel tratto interessato dall’evento, è rimasta percorribile in entrambe le direzioni, con viabilità interrotta soltanto quando necessario. Il traffico, in tal modo, si è mantenuto tutto sommato scorrevole per l’intera giornata. La strada è stata completamente chiusa, sia a veicoli sia a pedoni, alle ore 18.30, presidiata in corrispondenza della deviazione prevista lungo la viabilità comunale da pattuglie della polizia locale, polizia stradale e carabinieri. Sul posto anche una consistente presenza di personale del servizio d’ordine dell’evento D&G.

La sfilata. Intorno alle ore 19.00 le modelle, pronte per la sfilata, hanno iniziato a portarsi verso il parco percorrendo il breve tratto di Statale che lo separa dalla villa, per la gioia di tutti i presenti che hanno potuto ammirare gli abiti in anteprima e scattare qualche foto. Applausi spontanei, all’uscita dalla villa, per Domenico Dolce e Stefano Gabbana, il quale si è prestato anche per un paio di selfie con i fan, e, naturalmente, applausi anche per i due volti più noti delle sfilate: Eva Herzigova e la diva Naomi Campbell. Tra le modelle anche altri nomi illustri, quali Helena Christensen, Ashley Graham e Kitty Spencer. La sfilata vera e propria, che comprendeva molti abiti dedicati specificatamente al Lago di Como e ai Promessi Sposi,  si è poi svolta nel raccolto ed esclusivo ambiente del Parco Olivelli, blindato a chiunque non fosse tra gli invitati.
Intorno alle ore 22.00, come da programma, la Statale è stata riaperta e l’evento D&G si è nuovamente trasferito verso Como per la cena a Villa Olmo.
Oggi – 7 luglio – la moda è attesa ancora a Tremezzina e farà tappa a Villa Carlotta per l’evento di Alta Sartoria.

Elisa Denti

 

Articoli correlati: L’evento Dolce&Gabbana a Tremezzina: limitazioni al traffico sulla ‘Regina’ già dal mattino - A Tremezzina le sfilate di Dolce & Gabbana. Chiusa la Statale ‘Regina’, Parco Olivelli e Villa Carlotta

 

 

Questo articolo è stato letto 2985 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua