Home » Attualità

Pubblicato il 06 giugno 2018, alle 2:23

In calo i reati predatori, troppe invece le truffe agli anziani: i dati dei carabinieri

I dati, riferiti all’ultimo anno di attività, sono stati comunicati durante l’annuale di fondazione dell’Arma.


Carabinieri auto

Immagine d’archivio

COMO – Nell’anno che va da maggio 2017 ad aprile 2018, nella città di Como e in provincia sono state arrestate dai carabinieri 410 persone e denunciate in stato di libertà 2.870; sono poi stati sequestrati 33,27 Kg di sostanze stupefacenti, 35 armi da fuoco, 594 munizioni e 39 armi bianche. Sono alcuni dei dati esposti ieri – 5 giugno – dal comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Andrea Torzani, nell’ambito delle celebrazioni per il 204° annuale di fondazione dell’Arma.

Omicidi, rapine, truffe, furti. Nel corso degli ultimi cinque anni, ha affermato Torzani nel suo discorso, sono stati risolti tutti i casi di omicidio e di tentato omicidio avvenuti in territorio comasco e, grazie anche al “Protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità in banca” e al protocollo con le Poste Italiane del 2016, si è registrato un costante calo delle rapine alle banche e agli uffici postali.
«Un fenomeno criminale preoccupante – ha aggiunto però il comandante – è, purtroppo, ancora quello delle truffe agli anziani: le denunce presentate all’Arma nei primi mesi di quest’anno sono già 40 e, anche se inferiori allo stesso periodo dell’anno precedente (erano state 58), risultano comunque troppo numerose».
Sul piano della criminalità predatoria e dei reati in genere, «i dati generali sono da qualche anno in diminuzione. Di contro – ha continuato Torzani -, è di molto aumentata la sensibilità della popolazione e, di conseguenza, è cresciuto il senso di insicurezza. Ed è quindi necessario lavorare anche su questo. Sempre alto è pertanto il nostro impegno ad incrementare la proiezione esterna, ad aumentare la presenza delle pattuglie sul territorio».

Criminalità organizzata e terrorismo. «Siamo sempre particolarmente attenti – ha aggiunto il comandante – a prevenire le possibilità di infiltrazione della criminalità organizzata nelle attività economiche per condizionarne la gestione, anche attraverso pratiche estorsive ed usurarie. E di ciò ne sono recenti esempi le attività di indagine della Compagnia Carabinieri di Cantù sulle vicende della nota piazza Garibaldi. Con pari determinazione svolgiamo attività di prevenzione nei confronti del terrorismo, anche internazionale. Particolari eventi, come il Workshop Ambrosetti, la Città dei Balocchi, gli eventi di Pasqua e il Concorso di Eleganza di Villa d’Este, hanno visto la presenza delle Squadre Operative di Supporto (S.O.S.) costituite da personale appositamente selezionato ed addestrato e dotate di equipaggiamenti speciali».

La cerimonia si è svolta presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Como, alla presenza di autorità civili, religiose e militari, delle associazioni combattentistiche e d’arma, nonché di numerosi cittadini.

 

 

Questo articolo è stato letto 518 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua