Home » Attualità

Pubblicato il 16 maggio 2018, alle 0:33

Asfaltature e cantiere ad Argegno: limitazioni al traffico sulla ‘Regina’ nelle prossime settimane

In arrivo limitazioni al traffico, fino alla sospensione totale della circolazione in orario notturno ad Argegno.


La frana ad Argegno (Foto Denti)

Il muro crollato ad Argegno (Foto Denti)

SPONDA OCCIDENTALE – Viabilità difficoltosa sulla Statale ‘Regina’ nelle prossime settimane, tra interventi di asfaltatura, cantieri e i lavori di ripristino del muro franato ad Argegno. Per definire dettagli e tempistiche degli interventi, il prefetto di Como Bruno Corda ha indetto ieri – 15 maggio – una riunione in Prefettura con Anas, i rappresentati delle amministrazioni comunali del territorio e le categorie produttive.

Le asfaltature. Durante la riunione, il funzionario dell’Anas ha comunicato che nelle prossime settimane sono previsti interventi di asfaltatura lungo la Statale ‘Regina’ in territorio di Griante, Tremezzina (Mezzegra, Lenno, Ossuccio), Sala Comacina, Argegno, Carate Urio e Cernobbio. I lavori saranno effettuati in orario notturno, tra le ore 20.30 e le ore 5.30. Durante i lavori verrà istituito il senso unico alternato.
Nell’immediato, e per le prossime due settimane, si asfalterà nei comuni a nord di Argegno, mentre negli altri comuni le lavorazioni avverranno in concomitanza con il periodo di sospensione della circolazione veicolare prevista ad Argegno per permettere la ricostruzione del muro crollato.

Muro franato ad Argegno. Per ricostruire il muro ad Argegno, infatti, durante lo svolgimento delle attività che comporteranno il fissaggio dei tiranti, in corrispondenza dell’area di cantiere verrà disposta la sospensione totale della circolazione veicolare nelle ore notturne (fascia oraria compresa tra le ore 20.30 e le ore 5.30) tra il 21 maggio e il 4 giugno.
Inoltre, per favorire la circolazione nei fine settimana, resa difficile dal senso unico alternato, è stata prevista, a partire dal 4 giugno, nelle giornate di sabato e domenica, la rimozione temporanea dell’area di cantiere e il ripristino della circolazione veicolare in entrambi i sensi di marcia.

Il cantiere a Menaggio. Per quanto riguarda invece il cantiere di Menaggio situato lungo i tornanti che salgono alla frazione Croce, entro i primi giorni di giugno si procederà all’ultimazione dei lavori di posizionamento del guard-rail e delle asfaltature in Val Menaggio.

La rotatoria a Porlezza. Sempre durante l’incontro, il sindaco di Porlezza e il sindaco di Menaggio in qualità di presidente del CISR hanno concordato con Anas, per il prossimo 5 giugno, un sopralluogo a Porlezza per una valutazione delle problematiche connesse alla realizzazione della rotatoria in corrispondenza dell’intersezione della Statale ‘Regina’ con la SP 11 ‘della Val Rezzo’ e la SP 14 ‘San Fedele-Osteno-Porlezza’.

I presenti. Alla riunione sono intervenuti i funzionari Anas responsabili per la Statale ‘Regina’, i rappresentanti della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio e della Comunità Montana Lario Intelvese, i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Argegno, Centro Valle Intelvi, Cernobbio, Menaggio, Porlezza, Schignano e Tremezzina, i responsabili provinciali delle forze di polizia e dei vigili del fuoco, il responsabile del Servizio Provinciale Sanitario Urgenza ed Emergenza, nonché i rappresentanti delle associazioni di categoria CNA, ALSEA, Unindustria, Confcommercio, ANCE e Confartigianato.

 

 

Questo articolo è stato letto 1293 volte.

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua