Home » Attualità

Pubblicato il 13 aprile 2018, alle 19:02

Frana di Argegno. Vertice in Prefettura: si attende il cronoprogramma dei lavori

Cantiere appaltato. Lavori da concludersi entro i primi di luglio.


frana Argegno ed 3

L’area interessata dall’evento franoso ad Argegno (Foto Denti)

ARGEGNO – Riunione oggi – 13 aprile – in Prefettura: sul tavolo la situazione relativa alla frana di Argegno. A sette mesi dal crollo del muro a lato strada, è finalmente avvenuta la consegna dei lavori, da parte di Anas, alla ditta aggiudicatrice dell’appalto. La data di inizio lavori è ancora incerta, ma il cantiere potrebbe durare fino ai primi di luglio.

L’incontro. Alla riunione, indetta nei giorni scorsi dal prefetto di Como Bruno Corda e svoltasi presso la Prefettura, sono intervenuti il sindaco di Argegno Roberto De Angeli e i funzionari ANAS responsabili per la Statale ‘Regina’, con l’obiettivo di fare il punto della situazione in merito alla realizzazione dei lavori di ripristino del muro crollato lungo la Statale a seguito dell’evento franoso del 10 settembre 2017.

Tempistica. Durante l’incontro, ANAS ha comunicato che la consegna dei lavori è avvenuta il 9 aprile scorso. Entro la metà della prossima settimana l’impresa appaltatrice consegnerà il cronoprogramma dei lavori, che dovrà tener conto, come comunicano dalla Prefettura, “di tutte azioni possibili al fine di arrecare il minor disagio alla circolazione stradale, anche relativamente alla riduzione della tempistica di realizzazione delle opere”.
L’attività di cantiere, secondo quanto previsto dal capitolato di appalto, dovrà comunque concludersi entro il 4 luglio 2018.

Previste chiusure notturne della Statale. Per problematiche di ordine e sicurezza pubblica e di pubblica incolumità che potrebbero sorgere durante lo svolgimento dei lavori, il prefetto ha chiesto ad ANAS di impegnare la ditta appaltatrice all’impiego dei movieri durante i fine settimana e fino alla conclusione dell’intervento.
I lavori comporteranno, per un tempo limitato, la chiusura notturna della strada in corrispondenza dell’area di cantiere. Una volta acquisito il cronoprogramma ed individuate le date di chiusura della strada, verranno emanate le necessarie prescrizioni, condividendone le modalità anche con i sindaci del territorio e le associazioni di categoria degli autotrasportatori.

 

Articoli correlati: Statale ‘Regina’. Riunione in Prefettura per ordinanze estive, monitoraggi, frana di Argegno - A ‘Striscia la Notizia’ il servizio sulla frana di Argegno - Anche Capitan Ventosa sul Lario per la frana di Argegno - Frana di Argegno: il Codacons farà un esposto alla Procura della Repubblica - Frana Argegno: il prefetto ordina all’Anas l’immediata realizzazione dei lavori - Frana Argegno: Statale ‘Regina’ riaperta a senso unico alternato - Statale ‘Regina’ chiusa ad Argegno per una frana

 

 

Questo articolo è stato letto 461 volte.

Commenta

RUBRICHE

PaneDeMaria: produzione artigianale con farine pregiate. Anche a domicilio e per eventi e ristorazione

Oltre ai consueti prodotti da forno, il Panificio De Maria Domenico di Mezzegra, a Tremezzina, propone una produzione artigianale e tradizionale di pane, pizza e focacce utilizzando farine pregiate a lunga lievitazione naturale, anche con l’utilizzo di propria Pasta Madre. Ogni giorno il Panificio De Maria produce diversi pani con cereali ...

continua

Due corsi gratuiti sulla manifattura digitale con Fondazione Enaip Lombardia

Nell’ambito del programma regionale Lombardia Plus, Fondazione Enaip Lombardia organizza due corsi gratuiti di specializzazione sulla manifattura digitale. I corsi sono rivolti a giovani disoccupati fino a 35 anni, residenti o domiciliati in Regione Lombardia. Sono entrambi corsi tecnico-professionali della durata di 400 ore, di cui 150 di tirocinio aziendale, e ...

continua


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua