L\\\'Auto Expert

Home » Politica

Pubblicato il 07 marzo 2018, alle 18:42

Elezioni regionali: i candidati eletti a Como

Turba, Spelzini, Fermi, Orsenigo, Erba si aggiudicano un seggio ciascuno.


Regione Lombardia ed

Palazzo Lombardia (Foto Denti)

LOMBARDIA – Dopo una lunga attesa, dovuta ad alcune contestazioni sorte in un seggio di Cantù, sono stati finalmente pubblicati dal sito del Ministero dell’Interno i risultati, ancora non ufficiali, delle elezioni regionali di domenica 4 marzo. Oltre alla conferma della vittoria del leghista Attilio Fontana (con il 49,75% dei voti), eletto presidente della Regione, i dati evidenziano i candidati che hanno ottenuto un posto in consiglio regionale.

Composizione del consiglio regionale. Alla coalizione di centrodestra, guidata da Fontana, sono stati assegnati 48 seggi così ripartiti: 28 seggi alla Lega, 14 a Forza Italia, 3 a Fratelli d’Italia, 1 a Fontana Presidente, 1 a Noi con l’Italia, 1 a Energie per la Lombardia; nessun seggio, invece, al Partito Pensionati.
Alla coalizione di centrosinistra, guidata da Giorgio Gori (Pd), sono stati assegnati 17 seggi, così ripartiti: 15 seggi al Partito Democratico e due seggi a Gori Presidente; nessun seggio, invece, per +Europa, Lombardia per le Autonomie, Italia Europa Insieme, Civica Popolare, Lombardia Progressista).
Al Movimento 5 Stelle di Dario Violi sono stati assegnati 13 seggi.
Nessun seggio assegnato ai partiti Liberi e Uguali, Casapound, Sinistra per la Lombardia e Grande Nord.
Per un totale di 78 seggi complessivi.

I candidati comaschi eletti. Sono cinque i candidati comaschi che si sono aggiudicati un posto nel prossimo consiglio regionale, ecco i nomi:
per la Lega, Fabrizio Turba (2.699 preferenze), attuale sindaco di Canzo e segretario provinciale della Lega, e Gigliola Spelzini (2.420 preferenze), insegnante di Sorico e segretaria di circoscrizione della Lega in Alto Lario;
per Forza Italia, Alessandro Fermi, già consigliere regionale e sottosegretario nella precedente legislatura, il quale, con le sue 8.657 preferenze, è risultato il candidato più votato in provincia di Como;
per il Partito Democratico, Angelo Orsenigo (3.464 preferenze), segretario provinciale del Partito Democratico e sindaco di Figino Serenza;
Per il Movimento 5 Stelle, l’erbese Raffaele Erba (493 preferenze).

Non eletti. Tra i candidati non eletti si segnalano invece: il candidato leghista Ferruccio Rigola, sindaco di Schignano e presidente della CM Lario Intelvese (1.140 preferenze); la candidata della lista Fontana Presidente Daniela Maroni, consigliere regionale uscente (1.302 preferenze); i candidati del PD Maria Rita Livio, presidente della Provincia di Como (3.013 preferenze), e il vicesindaco di Bellagio Angelo Colzani (124 preferenze); il candidato di Fratelli d’Italia Francesco Dotti, consigliere regionale uscente ed ex sindaco di Argegno (1.797 preferenze); il candidato di Noi con l’Italia Fiorenzo Bongiasca, vicepresidente della provincia di Como e sindaco di Gravedona ed Uniti (2.529 preferenze).

 

 

Questo articolo è stato letto 802 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua