L Auto Expert 2

Home » Attualità

Pubblicato il 04 febbraio 2018, alle 3:49

Teresio Olivelli è beato. Migliaia i fedeli alla cerimonia di Vigevano

Numerosa la delegazione proveniente da Como e dal Lario, in particolare da Bellagio e Tremezzina.


zzz-Beato Teresio Olivelli

Beato Teresio Olivelli

VIGEVANO – “Con la nostra autorità apostolica, concediamo che il venerabile servo di Dio Teresio Olivelli, laico e martire, eroico testimone del vangelo, difensore dei deboli ed oppressi sino al dono della vita, d’ora in poi sia chiamato ‘Beato’ e che sia celebrato ogni anno, nei luoghi e secondo le regole stabilite dal diritto, il 16 gennaio”. Con queste parole, contenute nella lettera apostolica del Papa e lette dal cardinale Angelo Amato, prefetto della congregazione delle cause dei santi e rappresentante del Santo Padre, sabato 3 febbraio Teresio Olivelli è stato proclamato beato. Un lungo ed emozionato applauso ha accompagnato lo scoprimento dell’effige del nuovo beato, fedele laico e martire, raffigurato nella sua divisa da Alpino.

La celebrazione. La solenne cerimonia di beatificazione di Teresio Olivelli, ucciso in odio alla fede cristiana nel campo di sterminio di Hersbruck, in Germania, si è tenuta al palasport di Vigevano (PV) alla presenza di oltre 3.500 fedeli. Il rito, presieduto dal cardinale Amato, è stato concelebrato dall’arcivescovo di Milano mons. Mario Delpini, dal vescovo di Vigevano mons. Maurizio Gervasoni, dall’arcivescovo mons. Santo Marcianò, Ordinario Militare; con loro altri quindici vescovi, tra i quali anche il vescovo di Como mons. Oscar Cantoni, e un centinaio di sacerdoti della diocesi di Vigevano e di altre diocesi limitrofe, oltre a cappellani degli Alpini. Presente anche mons. Ludwig Schick, arcivescovo di Bamberga, la diocesi nel cui territorio si trova il campo di concentramento di Hersbruck.

Folta la delegazione comasca. Alla cerimonia hanno presenziato anche i parenti diretti di Olivelli e il compagno di prigionia Venanzio Gibillini, oltre a numerosi rappresentanti dell’Azione Cattolica, gruppi degli Alpini, parrocchie, partigiani, forze dell’ordine e autorità civili, tra cui molti sindaci. Tra le migliaia di fedeli presenti, folta la delegazione proveniente da Como e dall’area del lago, in particolare da Bellagio e Tremezzina, nelle cui comunità le celebrazioni proseguiranno anche nei prossimi giorni. Domenica 4 febbraio si terrà a Bellagio, nella chiesa parrocchiale S. Giacomo, una speciale messa di ringraziamento (ore 10.30).

 

Articoli correlati: A Vigevano la beatificazione di Teresio Olivelli. Celebrazioni anche a Bellagio - Rinnovare la democrazia: la testimonianza di Teresio Olivelli apre la riflessione - Teresio Olivelli sarà presto Beato. Papa Francesco ha riconosciuto ufficialmente il suo martirio - La cerimonia in occasione dell’emissione del francobollo per Teresio Olivelli - Un francobollo per Teresio Olivelli nel centenario della nascita - Tremezzina: sentita cerimonia nel 70° della morte di Olivelli

 

 

Questo articolo è stato letto 897 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE
Turismo: 39 milioni di presenze in Lombardia. Seconda regione per spesa stranieri a tavola

Turismo: 39 milioni di presenze in Lombardia. Seconda regione per spesa stranieri a tavola

Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39% dovute agli italiani e il 61% agli stranieri. E proprio sul fronte del turismo internazionale, la Lombardia è la seconda regione in Italia per la spesa media che ogni giorno i viaggiatori stranieri ...

continua

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua