Home » Attualità

Pubblicato il 04 febbraio 2018, alle 23:05

Porlezza. Folla di fedeli alla Trentennale Festa Mariana di Cima

Per rivederla si dovranno attendere altri trent’anni.


Porlezza Cima Trentennale festa mariana ed 1

La grande processione a Cima di Porlezza (Foto Denti)

PORLEZZA – Una folla di fedeli ha partecipato domenica – 4 febbraio – alla Trentennale Festa Mariana di Cima, a Porlezza. La festa, che ricorre solo una volta ogni trent’anni, ha richiamato nel piccolo borgo affacciato sul Ceresio una moltitudine di persone, tra famiglie, giovani, bambini e anziani provenienti da comuni vicini e lontani. La grande processione del pomeriggio è stata accompagnata da un serpentone lunghissimo di gente.

La messa solenne. Le celebrazioni, giunte al culmine dopo gli appuntamenti della settimana, sono iniziate già dalla mattina, con la S. Messa solenne nella chiesa parrocchiale di Cima presieduta dal vescovo emerito mons. Diego Coletti. Molte le persone che, trovando la chiesa già gremita, hanno seguito la funzione rimanendo all’esterno. Per tutte le vie del paese, intanto, accuratamente addobbate con rami verdi e fiori di carta che sbocciavano ovunque – sui balconi, ricadendo a cascate dai davanzali, lungo i muri delle vie e sugli archi allestiti per l’occasione –, l’atmosfera di festa era palpabile e molta altra gente arrivava ammirando gli addobbi, frutto di una preparazione corale alla quale tutta la comunità, nei giorni scorsi, ha contribuito.

La grande processione. Ma è nel pomeriggio che la festa ha vissuto il suo apice. Per partecipare alla grande processione che ha portato per le vie del paese la reliquia e l’effige mariana, molti sono giunti a Cima da Porlezza percorrendo a piedi la Statale. Il corteo, presieduto nuovamente dal vescovo emerito mons. Coletti e accompagnato da sacerdoti, chierichetti e numerose autorità civili e militari – tra cui il sindaco di Porlezza -, ha preso il via alle ore 14.00 dalla chiesa parrocchiale, snodandosi poi per le strette vie del paese e giungendo infine nella piazza a lago lungo la Statale ‘Regina’, chiusa al traffico per tutta la durata della manifestazione. Passando davanti alla piazza, il corteo si è ulteriormente allungato per i molti fedeli che lì attendevano di accodarsi. Dal pontile di fronte, inoltre, è salpato il battello messo a disposizione dalla Navigazione Lago di Lugano per l’evento, che, dapprima salutando con tre lunghi fischi l’apparire della reliquia e della statua mariana, ha poi lentamente seguito il corteo dal lago. La processione, giunta fino al confine della frazione, è ritornata sui proprio passi per poi terminare nuovamente in chiesa con il canto dei vespri. La giornata si è conclusa infine con il tradizionale incanto dei canestri nella piazza a lago.

La lunga attesa. Reliquia ed effige mariana sono state quindi riposte sui rispettivi altari, in chiesa, dove resteranno per i prossimi trent’anni, in attesa di essere riportate in processione per il paese facendolo rifiorire in pieno inverno, accompagnate dalle nuove generazioni.

Elisa Denti

 

Articoli correlati: Porlezza: al via la Festa Mariana di Cima che ricorre ogni trent’anni

 

 

Questo articolo è stato letto 2768 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua