Home » Attualità

Pubblicato il 04 gennaio 2018, alle 2:57

Presto a San Siro una nuova palestra con campi da tennis, basket e pallavolo

Raveglia: “Sarà a servizio di tutto il territorio”.


zzz-palestra San Siro

Una simulazione della futura palestra a San Siro

SAN SIRO – «Una nuova palestra polivalente, comprensiva di campi di pallavolo e pallacanestro con misure regolamentari, e poi tennis e calcio a cinque, a servizio non solo di San Siro, ma di tutta la zona», così il sindaco di San Siro, Claudio Raveglia, annuncia la prossima realizzazione di una nuova struttura dedicata allo sport sul territorio del proprio comune, grazie alla recente adesione da parte di Regione Lombardia alla proposta di Accordo di programma per la costruzione della nuova palestra comunale.

L’acquisizione dei terreni. L’approvazione della delibera da parte della giunta regionale è avvenuta il 28 dicembre scorso e ha dato ufficialmente il via alla realizzazione di un progetto al quale l’amministrazione comunale lavorava da tempo. Progetto che aveva compiuto un significativo passo avanti la primavera scorsa attraverso l’acquisizione, da parte del comune, dei tre terreni privati già individuati dal PGT adatti ad ospitare la struttura, situati al confine tra la frazione Santa Maria e la località Lancio. Un’area pianeggiante situata vicino alle scuole e già servita dalla viabilità comunale.
«L’acquisizione è stata possibile grazie alla grande disponibilità dei privati che hanno accettato di cedere i propri terreni per realizzare un’opera attesa da tempo – ha spiegato il sindaco Raveglia -. Va precisato infatti che la congruità del prezzo dei terreni è stata stabilita attraverso un’apposita perizia e la successiva approvazione da parte dell’agenzia del Demanio».

Il cofinanziamento regionale. «Nel frattempo – aggiunge il sindaco – avevamo inviato alla Sovrintendenza il progetto definitivo per la valutazione ambientale e avviato, grazie al sottosegretario regionale Alessandro Fermi, un accordo di programma per ottenere un cofinanziamento dell’opera da parte di Regione Lombardia».
Cofinanziamento infine approvato con la delibera dello scorso 28 dicembre, che assegna al Comune di San Siro, per cofinanziare le opere e gli interventi previsti, del valore totale di circa 1.500.000 euro, un importo massimo di 600mila euro, di cui 300mila euro nell’annualità 2018, 240mila euro nell’annualità 2019 e 60mila euro nell’annualità 2020, risorse che si rendono disponibili all’approvazione del Bilancio di previsione 2018-2020. Il restante, pari a circa 650mila euro, verrà finanziato con fondi comunali. L’Accordo di programma verrà definito entro il 31 gennaio 2018.

La nuova palestra. «La nuova palestra – continua Raveglia – sarà dotata di gradinate per il pubblico, docce, spogliatoi, servizio bar e posteggi esterni e risponderà a tutte le normative CONI. Sarà un luogo coperto che offrirà nuove occasioni di sport e aggregazione, non solo per San Siro ma anche per tutta la zona, le scuole e le associazioni sportive che ne faranno richiesta, andando a colmare l’attuale carenza di impianti sportivi di tal genere sul territorio, pensati per consentire la pratica agonistica anche ai soggetti affetti da disabilità. Ovviamente, sarà prevalentemente adibita all’esercizio dell’attività sportiva, ma, occasionalmente, potrà anche ospitare eventi o iniziative ricreative, educative e culturali di interesse generale».

Eventuali ampliamenti successivi. Ma il sindaco Raveglia guarda ancora più avanti e aggiunge: «La possibilità edificatoria dell’are acquista dal comune non si esaurirà con la costruzione della palestra, ma permetterà anche, in futuro, la realizzazione di un campo da calcio esterno quale eventuale ampliamento della struttura sportiva. Per questo primo risultato raggiunto – conclude infine – vorrei ringraziare in particolare il sottosegretario Fermi e il personale degli uffici comunali, che ha operato con grande impegno e professionalità».

E. D.

 

 

Questo articolo è stato letto 1511 volte.
Tags:  

1 Commenti per questo articolo

  1. Stefano scrive:

    Bellissima iniziativa, ma pensare ad una piscina coperta che nel nostro territorio manca, sempre e solo calcio…un ‘alternativa mai

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua