L\\\'Auto Expert

Home » Attualità

Pubblicato il 19 ottobre 2017, alle 21:28

Statale ‘Regina’: telecamere con lettura targhe anche in Val Menaggio

I nuovi varchi in centro lago.


telecamere Statale Regina Grandola

Telecamere a Grandola ed Uniti (Foto Denti)

VAL MENAGGIO – In arrivo sulla Statale 340 ‘Regina’ altre telecamere con lettura delle targhe, con il progetto di videosorveglianza predisposto dal Consorzio di Polizia Locale della Val Menaggio, di cui fanno parte i comuni di Menaggio, San Siro, Grandola ed Uniti, Griante, Bene Lario e Cusino.

I nuovi varchi. Dopo l’area della tremezzina, quindi, dove i cosiddetti varchi OCR, predisposti per la lettura delle targhe dei veicoli in transito, sono attivi già da un anno, anche la Val Menaggio incrementa la propria rete di videosorveglianza, installando nuovi impianti similari lungo la Statale ‘Regina’.
«Sono sei in tutto i nuovi impianti previsti sul territorio di nostra competenza – spiega Moreno Ortelli, comandante della polizia locale del Consorzio della Val Menaggio -, tra telecamere di videosorveglianza e varchi OCR, che si vanno ad aggiungere alle tre postazioni già esistenti su Menaggio. Cinque di questi sono predisposti per la lettura delle targhe e verranno installati a Grandola ed Uniti (2), a S. Siro (2) e a Griante (1). Verrà poi installata una telecamera ambientale a Cusino. Tutti gli impianti saranno collegati alla centrale operativa di Menaggio».

Controlli. I dati provenienti dalle telecamere con lettura delle targhe verranno analizzati dal sistema, che provvederà poi ad allertare le forze dell’ordine, in tempo reale, dell’eventuale passaggio di un veicolo segnalato, rubato o privo di assicurazione o revisione. Le telecamere OCR, infatti, non rilevano la velocità dei veicoli.
Il progetto, del valore complessivo di circa 60mila euro, ha potuto beneficiare di un importante contributo da parte di Regione Lombardia, di circa 30mila euro, attraverso la partecipazione ad un apposito bando.

Le prime a Grandola. «Abbiamo ritenuto opportuno dotarci di questo sistema di videosorveglianza in considerazione delle particolari caratteristiche della Statale ‘Regina’ – commenta il sindaco di Grandola ed Uniti, Giancarlo Zanfanti, sul cui territorio sono state installate nei giorni scorsi le prime telecamere previste dal progetto -. Si tratta infatti di una via obbligata per chiunque frequenti le nostre vallate e speriamo quindi che maggiori controlli possano anche fungere da deterrente per i reati predatori. Sul nostro territorio, infatti, negli ultimi anni si sono verificati non soltanto furti nelle abitazioni, ma anche due rapine all’ufficio postale. Inoltre, non dimentichiamolo, la ‘Regina’ rappresenta pur sempre un collegamento internazionale che dà accesso direttamente alla frontiera».
Completata l’installazione, il nuovo sistema di videosorveglianza verrà collaudato e poi reso operativo.

E. D.

 

Articoli correlati: In arrivo anche in alto lago le telecamere con lettura delle targhe - Tremezzina: sulla ‘Regina’ telecamere con lettura delle targhe

 

 

Questo articolo è stato letto 4085 volte.

Commenta


RUBRICHE

Giornata Mondiale dell'Acqua. Presentato il dossier di Legambiente: Lombardia imbottiglia 3 miliardi di litri l’anno

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende ...

continua

ANALISI COLDIRETTI. Povertà, 800mila lombardi in bilico: raddoppiate famiglie a rischio crack

Aumentano le famiglie a rischio crack in Lombardia. Negli ultimi sette anni sono raddoppiate quelle sotto la soglia di povertà relativa, passate da 112mila a più di 222mila. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Lombardia su dati Istat in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto della Caritas Ambrosiana. Oltre 800mila i ...

continua