Home » Attualità

Pubblicato il 13 luglio 2017, alle 17:22

Spiagge affollate sul Lario: il sito per verificare la balneabilità delle acque

Acque monitorate dall’ATS della Montagna.


spiaggia Serenella Gravedona ed

Spiaggia Serenella a Gravedona ed Uniti – Immagine d’archivio (Foto Denti)

SPONDA OCCIDENTALE – Spiagge affollate sul Lario in queste calde giornate di  luglio, con numerosi bagnanti che cercano refrigerio nelle acque del lago. Dalle ultime analisi dell’ATS della Montagna, le acque del Lago di Como antistanti le spiagge più frequentate sono risultate tutte balneabili.

Le analisi. La normativa, come spiegano dall’ATS della Montagna, fissa l’inizio della stagione balneare al 1 maggio di ogni anno con conclusione alla fine di settembre e durante tale periodo l’ATS della Montagna effettua periodicamente i controlli sulla qualità delle acque di balneazione con riferimento ai parametri stabiliti dalla legge, tenendo monitorati eventuali fenomeni di inquinamento causati dalla presenza di microrganismi patogeni o di sostanze chimiche dannose.

Dati in tempo reale. Per avere a disposizione analisi aggiornate in tempo reale, l’ATS della Montagna invita i bagnanti a collegarsi al Portale Acque del Ministero della Salute, di intuitiva e facile consultazione, dove è possibile trovare un’accurata analisi relativa a tutti i siti balneabili in Italia, compresi Lario e Ceresio (www.portaleacque.salute.gov.it).

 

Articoli correlati: Goletta dei Laghi 2017: i dati raccolti sul Lario

 

 

Questo articolo è stato letto 807 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

AGRITURISMI. La Lombardia raddoppia: 1.600 aziende con 5mila addetti

Raddoppiati in dieci anni e puntano a quota 1.600 nel 2016, per un settore che fra titolari, famigliari e dipendenti offre lavoro a circa 5mila persone. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Lombardia sulla base degli ultimi dati Istat sugli agriturismi lombardi. Tra il 2014 e il 2015 sono ...

continua

AGRICOLTURA. Record per l’export dell’ortofrutta made in Italy. Prodotti lariani apprezzati anche dal mercato svizzero

Record nelle esportazioni di frutta e verdura made in Italy: mai così tanta sulle tavole straniere da almeno 25 anni. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al primo semestre del 2016. Per le province lariane di Como e Lecco la qualità del ...

continua