Autotorino

Home » Attualità

Pubblicato il 10 luglio 2017, alle 20:52

Anche le parrocchie ambrosiane lariane salutano il nuovo arcivescovo di Milano, mons. Delpini

Mons. Mario Delpini: “Riscopriamo insieme una Chiesa più libera e lieta”.


zzz-Scola Delpini diocesi Milano

Il cardinale Scola con il nuovo arcivescovo di Milano mons. Mario Delpini

MILANO – Domenica scorsa -9 luglio – la comunità cristiana ambrosiana è stata invitata a pregare per il nuovo arcivescovo di Milano e per l’arcivescovo uscente. Venerdì – 7 luglio – infatti, nella cappella arcivescovile di Milano, davanti alla Curia, il cardinale Angelo Scola ha annunciato la nomina, da parte di Papa Francesco, di mons. Mario Delpini a nuovo arcivescovo di Milano. L’annuncio è stato accolto nelle parrocchie ambrosiane col suono festoso delle campane.

Il cardinale Scola. «Sono convinto che il Santo Padre, con la nomina di S. E. Mario Delpini, ha fatto un grande dono alla Chiesa di Milano e a tutte le donne e gli uomini che abitano le nostre terre», ha sottolineato nel suo intervento il cardinale Angelo Scola, che lascia l’incarico per sopraggiunti limiti d’età. Lo scorso 7 novembre, infatti, compiuti i 75 anni, aveva rimesso il proprio mandato nelle mani del Papa per aver raggiunto l’età prevista per il pensionamento dei vescovi.

Il nuovo arcivescovo. Mons. Mario Delpini, 66 anni tra pochi giorni e già vicario generale della diocesi di Milano, è il nuovo Arcivescovo di Milano. Nato a Gallarate (VA) il 29 luglio 1951, Delpini è stato ordinato sacerdote nel 1975. Rettore maggiore del Seminario arcivescovile di Milano e vicario episcopale, nel 2012 era stato nominato vicario generale dal cardinale Scola. Ora Delpini sarà il 144° arcivescovo ambrosiano.
«Vivo questo momento con un’acuta percezione della mia inadeguatezza per il ministero al quale mi ha chiamato Papa Francesco – ha confessato mons. Delpini -. Sono immensamente grato a Papa Francesco per questo segno di fiducia, ma questo non toglie che avverto tutta la sproporzione tra il compito al quale sono chiamato e quello che io sono».
Per «orientare il cammino di un popolo tanto numeroso» il nuovo arcivescovo ha chiesto quindi di essere «accompagnato da molta preghiera e da quella testimonianza di santità operosa tanto presente nel popolo ambrosiano».

Una Chiesa ambrosiana più libera e lieta. «La città metropolitana e la Diocesi devono interrogarsi su quale volto vorranno avere nel futuro: bisogna che io per primo e tutti gli altri impariamo ad ascoltare anche quelli che parlano lingue differenti e difficili da capire, perché nessuno si senta straniero e discriminato», ha detto.
«Ho quindi bisogno che tutti gli uomini e le donne che abitano in diocesi, da qualunque parte del mondo provengano, qualunque lingua parlino, aiutino la Chiesa ambrosiana ad essere creativa e ospitale, più povera e semplice, per essere più libera e lieta», ha detto prima di concludere l’intervento.
Riguardo alle scelte future per la diocesi, Delpini ha sottolineato che «Papa Francesco, scegliendo il vicario generale, vuole indicare una continuità con il magistero del cardinale Scola. Penso che dovremo continuare sulla strada segnata dai vescovi che hanno guidato questa Chiesa», ha dichiarato ricordando Martini, Tettamanzi e Scola.

La data dell’ingresso ufficiale. Il cardinale Angelo Scola è stato temporaneamente nominato da Papa Francesco Amministratore apostolico, fino al 9 settembre, quando mons. Delpini prenderà possesso della sede milanese da nuovo arcivescovo. Il prossimo 8 settembre, festa di Santa Maria Nascente, alle ore 21.00 il cardinale Scola celebrerà la S. Messa in Duomo. L’ingresso ufficiale del nuovo Arcivescovo avverrà il 24 settembre.

 

Articoli correlati: Il cardinale Scola a Porlezza: ‘dai campanili alle comunità pastorali’ - Il cardinale Angelo Scola in visita al decanato di Porlezza

 

 

Questo articolo è stato letto 390 volte.
Tags:  

Commenta

RUBRICHE

Alpha Rezisto: estrema resistenza alle macchie e facilità di pulizia

SIKKENS-AkzoNobel rafforza la sua leadership di mercato lanciando un nuovo e rivoluzionario prodotto per interni: ALPHA REZISTO, l’innovativa idropittura estremamente resistente alle macchie e facile da pulire. Grazie alla sua tecnologia scudo contro le macchie, schizzi di bibite, succhi di frutta, caffè, salse e segni indesiderati di matite e pennarelli ...

continua


RUBRICHE

AGRITURISMI. La Lombardia raddoppia: 1.600 aziende con 5mila addetti

Raddoppiati in dieci anni e puntano a quota 1.600 nel 2016, per un settore che fra titolari, famigliari e dipendenti offre lavoro a circa 5mila persone. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Lombardia sulla base degli ultimi dati Istat sugli agriturismi lombardi. Tra il 2014 e il 2015 sono ...

continua

AGRICOLTURA. Record per l’export dell’ortofrutta made in Italy. Prodotti lariani apprezzati anche dal mercato svizzero

Record nelle esportazioni di frutta e verdura made in Italy: mai così tanta sulle tavole straniere da almeno 25 anni. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al primo semestre del 2016. Per le province lariane di Como e Lecco la qualità del ...

continua