Home » Attualità

Pubblicato il 24 giugno 2017, alle 0:57

Attraversare il lago su una moto da cross, da Gravedona a Colico. Luca Colombo ci prova

Su una moto modificata tenterà di percorrere i 5,5 km che dividono le due sponde.


zzz-LucaColombo moto Gravedona

Luca Colombo durante le prove

GRAVEDONA ED UNITI – Cercherà di attraversare il Lago di Como con una moto da cross, dalla sponda di Gravedona ed Uniti a quella di Colico (LC). Il centauro “acquatico” è Luca Colombo, conosciuto per essere l’organizzatore del Lario Motor Show, e cercherà di compiere l’impresa a bordo di una Suzuki Valenti RMZ 450 4 tempi, preparata dal bellanese Carlo Gelmi di Vercar Moto e da Giorgio Lumini tecnico motorista di numerosi campioni mondiali.

L’impresa. Allestita con pattini nautici e una gomma dotata di pale speciali che le forniscono la spinta idrodinamica necessaria a far planare gli oltre 230 kg di stazza a pieno carico a una velocità di 25 nodi (50 km/h), la moto porterà Luca Colombo a percorrere i 5,5 km che dividono le due cittadine. Per la sua sicurezza in acqua, Colombo indosserà una sorta di piccolo salvagente da polso, il “Kingii Wearable”, il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo, affidando invece un eventuale recupero del mezzo, che a vuoto pesa 150 kg, ad un sistema autogonfiabile che si attiva in caso di perdita di potenza, evitando così alla moto di affondare nel lago.
Luca Colombo tenterà il record mondiale dei 5,5 km su acqua dolce con una moto da cross adattata domenica 25 giugno. Partirà alle ore 9.30 da Gravedona per puntare dritto su Colico.

 

 

Questo articolo è stato letto 5630 volte.
Tags:  

Commenta


RUBRICHE

AGRITURISMI. La Lombardia raddoppia: 1.600 aziende con 5mila addetti

Raddoppiati in dieci anni e puntano a quota 1.600 nel 2016, per un settore che fra titolari, famigliari e dipendenti offre lavoro a circa 5mila persone. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Lombardia sulla base degli ultimi dati Istat sugli agriturismi lombardi. Tra il 2014 e il 2015 sono ...

continua

AGRICOLTURA. Record per l’export dell’ortofrutta made in Italy. Prodotti lariani apprezzati anche dal mercato svizzero

Record nelle esportazioni di frutta e verdura made in Italy: mai così tanta sulle tavole straniere da almeno 25 anni. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al primo semestre del 2016. Per le province lariane di Como e Lecco la qualità del ...

continua