Home » Economia

Pubblicato il 19 aprile 2017, alle 16:40

A Gravedona l’assemblea generale dei pensionati Coldiretti: attesi un centinaio di partecipanti

Il presidente nazionale Federpensionati consegnerà la prima Carta Vantaggi. All’assemblea anche una mostra di prodotti agroalimentari.


Palazzo Gallio Gravedona ed

Palazzo Gallio a Gravedona ed Uniti (Foto Denti)

GRAVEDONA ED UNITI – Un centinaio di imprenditori agricoli in pensione si riuniranno, giovedì 20 aprile, nei saloni di Palazzo Gallio a Gravedona ed Uniti in occasione dell’assemblea generale dei pensionati Coldiretti. I partecipanti giungeranno in Alto Lario da varie località delle province di Como, Lecco e Varese, in rappresentanza degli oltre duemila associati della Federpensionati Coldiretti.

Il convegno.  A loro, ex coltivatori diretti e non, è dedicato il convegno dal titolo “Senior, Coldiretti per sempre”, in programma dalle ore 10.30, al quale parteciperanno il presidente nazionale di Federpensionati Coldiretti, Giorgio Grenzi, e il segretario nazionale Danilo Elia, oltre al medico nutrizionista David Crespi.
«Sono gli angeli che sempre di più aiutano i bilanci delle famiglie in difficoltà e con il loro contributo, non solo economico ma anche e soprattutto sociale, sostengono le comunità dei nostri territori», sottolineano Fortunato Trezzi e Fernando Fiori, presidenti rispettivamente delle federazioni Coldiretti di Como-Lecco e di Varese.

Il pensionato in famiglia. Il 93% degli italiani, sottolinea Coldiretti, ritiene infatti che la presenza di un pensionato in famiglia sia una vera e propria fortuna, con una netta inversione di tendenza nella percezione del ruolo degli anziani rispetto al passato. La presenza degli anziani all’interno della famiglia in generale, e di quella agricola in particolare, con la crisi, sostiene Coldiretti, si sta dimostrando fondamentale per affrontare le difficoltà economiche e sociali di molti cittadini. La solidarietà tra generazioni sulla quale si fonda l’impresa familiare appare sempre più un modello vincente per vivere e stare bene insieme.

La Carta Vantaggi. Nell’occasione dell’Assemblea di Gravedona verrà anche consegnata la prima Carta Vantaggi, una tessera speciale con un ampio e articolato elenco di convenzioni pensate per rispondere alle esigenze e agli interessi della terza età. Le convenzioni comprendono centri diagnostici, medici, fisioterapici e termali, farmacie, parafarmacie, articoli sanitari, centri ottici e acustici per quanto riguarda la salute, ma anche agenzie di viaggi, alberghi, cinema e teatri, musei per quanto riguarda il tempo libero, senza dimenticare negozi, ristoranti, parrucchieri e tanto altro ancora.
“In un contesto che vede molti pensionati vivere con poche centinaia di euro il mese, la Carta Vantaggi diventa un’opportunità importante ed esprime il ruolo prezioso svolto da Coldiretti - concludono Trezzi e Fiori -. Anche questo è un modo, certamente diverso e innovativo, di fare welfare per i nostri associati”.

 La mostra. Nei saloni di Palazzo Gallio, inoltre, sarà allestita la prima mostra dei prodotti agroalimentari intergenerazionali, ovvero frutto del lavoro di squadra fra nonni e nipoti che hanno saputo coniugare tradizione e innovazione: dalla “Bevanda degli Dei” (il nettare dell’alveare) alla birra di miele, dall’aceto di vino ai frutti di bosco e alla grappa di mirtillo nero, dall’amaro alle erbe aromatiche e radici spontanee alle confetture di rosa canina, olio, vino, formaggi, salumi e tanto altro ancora.

 

 

Questo articolo è stato letto 445 volte.

Commenta


RUBRICHE

AGRITURISMI. La Lombardia raddoppia: 1.600 aziende con 5mila addetti

Raddoppiati in dieci anni e puntano a quota 1.600 nel 2016, per un settore che fra titolari, famigliari e dipendenti offre lavoro a circa 5mila persone. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Lombardia sulla base degli ultimi dati Istat sugli agriturismi lombardi. Tra il 2014 e il 2015 sono ...

continua

AGRICOLTURA. Record per l’export dell’ortofrutta made in Italy. Prodotti lariani apprezzati anche dal mercato svizzero

Record nelle esportazioni di frutta e verdura made in Italy: mai così tanta sulle tavole straniere da almeno 25 anni. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al primo semestre del 2016. Per le province lariane di Como e Lecco la qualità del ...

continua